Sentenza

Nella richiesta dei benefici di legge è compresa l'istanza ad ottenere la sospensione condizionale della pena?
Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 44188 del 20/09/2023 Ud. (dep. 03/11/2023) Rv. 285413-01
Presidente: ROCCHI GIACOMO. Estensore: MASI PAOLA. Relatore: MASI PAOLA.
Imputato: T. P.M. PRATOLA GIANLUIGI. (Conf.)
Dichiara inammissibile, CORTE APPELLO BRESCIA, 12/09/2022
661015 IMPUGNAZIONI - APPELLO - COGNIZIONE DEL GIUDICE D'APPELLO - BENEFICI -
Obbligo di concessione d'ufficio della sospensione condizionale della pena - Condizioni.
In tema di giudizio di appello, il giudice non è tenuto a concedere d'ufficio la sospensione
condizionale della pena, né a motivare sul punto, nel caso in cui, nell'atto di impugnazione e in
sede di discussione, siano stati genericamente richiamati i "benefici di legge", omettendo
l'indicazione di alcun elemento di fatto idoneo a giustificare l'accoglimento della richiesta.
Riferimenti normativi: Cod. Pen. art. 163 CORTE COST. PENDENTE, Nuovo Cod. Proc. Pen. art.
597 com. 5, Cod. Pen. art. 479
Massime precedenti Conformi: N. 1513 del 2014 Rv. 258487 - 01
Massime precedenti Vedi: N. 47828 del 2017 Rv. 271815 - 01, N. 29538 del 2019 Rv. 276596 -
02
Avv. Antonino Sugamele

Richiedi una Consulenza