Sentenza

L'interdizione dai pubblici uffici, prevista dall'art. 317-bis cod. pen. nel caso di con
Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 46473 del 17/10/2023 Cc. (dep. 17/11/2023) Rv. 285516-01
Presidente: ROCCHI GIACOMO. Estensore: SANTALUCIA GIUSEPPE. Relatore:
SANTALUCIA GIUSEPPE. Imputato: L.A. P.M. LETTIERI NICOLA. (Parz.
Diff.)
Rigetta, TRIBUNALE BENEVENTO, 13/10/2022
606051 REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - DELITTI - DEI PUBBLICI UFFICIALI
- IN GENERE - Delitti di peculato e di concussione - Pena accessoria dell'interdizione dai pubblici
uffici - Applicabilità nel caso di delitto tentato - Sussistenza - Ragioni.
L'interdizione dai pubblici uffici, prevista dall'art. 317-bis cod. pen. nel caso di condanna per i
delitti di peculato e di concussione, deve essere applicata anche nel caso di delitto solo tentato,
essendo sussistenti, anche in tale ipotesi, le esigenze a presidio delle quali è funzionale la pena
accessoria.
Riferimenti normativi: Cod. Pen. art. 314 CORTE COST., Cod. Pen. art. 317, Cod. Pen. art. 317,
Cod. Pen. art. 28 CORTE COST., Cod. Pen. art. 56 CORTE COST.
Massime precedenti Conformi: N. 9204 del 2005 Rv. 230765 - 01
Massime precedenti Vedi: N. 12295 del 2020 Rv. 278627 - 01
Avv. Antonino Sugamele

Richiedi una Consulenza