Napoli.- Il figlio maggiorenne che esperisca con successo l'azione di dichiarazione giudiziale della paternità non è legittimato a chiedere la condanna del genitore al pagamento del contributo al mantenimento dovuto sin dalla nascita, mentre può richiedere il risarcimento del danno ex art. 2059 c.c. per la privazione illecita della figura genitoriale.