Forlì. Tre atlete di body building condannate per diffamazione. Hanno accusato, su messenger, la giudice della gara di favorire le sportive da lei allenate e un membro del consiglio nazionale della federazione di riferimento di fare i suoi interessi personali nelle scelte economiche riguardanti la stessa federazione.