Falso ideologico per il praticante che per iscriversi al registro dei praticanti avvocati dichiara all'Ordine di non averecarichi pendenti, mentre ha due processi pendenti.-

esclusa la causa di non punibilità ex articolo 131-bis cp in relazione all'interesse del Consiglio dell'ordine a un'informazione veritiera

Scarica documento/sentenza

Corte di cassazione - Sezione V penale - Sentenza 16 maggio 2018 n. 21683
Le dichiarazioni sostitutive, attestanti stati e qualità personali, consistono in dichiarazioni sottoscritte dall'interessato e prodotte in sostituzione delle normali certificazioni. Esse sono quindi sostitutive di una certificazione rilasciata da un ente dotato di capacità certificativa (il casellario giudiziale nel caso concreto) e, conseguentemente, l'atto nel quale tali dichiarazioni sono trasfuse è destinato a provate la verità dei fatti attestati e a produrre specifici effetti, ossia, nel caso concreto l'ammissione del ricorrente al registro dei praticanti presso il consiglio dell'ordine degli avvocati locale.

Newsletter

Vuoi ricevere ogni giorno nella tua casella e-mail l'ultima sentenza della Corte Suprema di Cassazione della disciplina prescelta?

Social network

Dove siamo