Contravvenzioni concernenti l'ordine pubblico e la tranquillità pubblica - Fattispecie previste ai commi 1 e 2 dell'articolo 659 c.p. - Differenze.

I confini tra illecito penale e illecito amministrativo in tema di immissioni acustiche

Contravvenzioni concernenti l'ordine pubblico e la tranquillità pubblica - Fattispecie previste ai commi 1 e 2 dell'articolo 659 c.p. - Differenze.
L'articolo 659 c.p. prevede due autonome fattispecie di reato configurate rispettivamente dal comma 1 e dal comma 2. L'elemento che le differenzia è rappresentato dalla fonte del rumore prodotto, giacché ove esso provenga dall'esercizio di una professione o di un mestiere rumorosi la condotta rientra nella previsione del secondo comma del citato articolo per il semplice fatto della esorbitanza rispetto alle disposizioni di legge o alle prescrizioni dell'autorità, presumendosi la turbativa della pubblica tranquillità. Qualora, invece, le vibrazioni sonore non siano causate dall'esercizio dell'attività lavorativa, ricorre l'ipotesi di cui all'articolo 659 c.p., comma 1, per la quale occorre che i rumori superino la normale tollerabilità ed investano un numero indeterminato di persone, disturbando le loro occupazioni o il riposo.
• Corte di cassazione, sezione III, sentenza 20 marzo 2014, n. 13015

Newsletter

Vuoi ricevere ogni giorno nella tua casella e-mail l'ultima sentenza della Corte Suprema di Cassazione della disciplina prescelta?

Social network

Dove siamo