Concorso "Il poliziotto un amico in più" - XIVª edizione

avvocato penalista
Concorso "Il poliziotto un amico in più" - XIVª edizione

Martedì 31 Dicembre 2013, 13.12

Concorso progetto “Il poliziotto un amico in più”

14ª Edizione 2013 - 2014

Concorso:

“Crescere e migliorare insieme .. noi protagonosti del cambiamento"

La Polizia di Stato, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e l’Unicef, nell’ambito del progetto di educazione alla legalità dal titolo “Il poliziotto un amico in più”, indice - per l’anno scolastico 2013/2014 - un concorso rivolto agli alunni che frequentano la scuola dell’infanzia, la scuola primaria, la scuola secondaria di primo grado e il biennio della scuola secondaria di secondo grado.

L’iniziativa, che si inserisce nell’ambito degli interventi volti a favorire la comprensione del concetto di “Polizia di prossimità” - grazie anche al coinvolgimento del mondo scolastico - intende favorire lo sviluppo di una cultura della legalità, del rispetto dei diritti umani, della tolleranza, della solidarietà e dei valori in genere, su cui si fonda una società civile, considerata indispensabile per garantire il bene prezioso della sicurezza e della pacifica convivenza.

In questo quadro il progetto, quest’anno, intende sensibilizzare i ragazzi ad una riflessione sia sul percorso di cittadinanza attiva, con particolare riferimento ai principi di sostenibilità, crescita intelligente e inclusività, che sulla crescita intesa quale momento di interazione con gli altri.

In particolare, la prossima edizione sarà rivolta agli alunni della scuola dell'infanzia e della scuola primaria, che potranno raccontare la loro esperienza di piccoli cittadini e ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado e del biennio di secondo grado, chiamati a riflettere sui temi legati ai diritti umani, ai valori democratici, all’equità, alla tolleranza, alla giustizia ponendo l'accento sul contenuto dell’articolo 3 della Costituzione Italiana.

Il concorso, che si inserirà in un percorso educativo - formativo che coinvolga insegnanti e famiglie, anche tramite le loro associazioni locali, interesserà nelle 3 categorie (opere letterarie, arti figurative - tecniche varie e tecniche multimediali e cine-televisive) le province di:

AGRIGENTO, AREZZO, ASTI, AVELLINO, BELLUNO, BIELLA, BRESCIA, BRINDISI, CASERTA, CATANIA, CREMONA, CROTONE, FERRARA, FIRENZE, FROSINONE, GENOVA, L’AQUILA, LA SPEZIA, LECCE, LECCO, MACERATA, MESSINA, MODENA, NUORO, PALERMO PERUGIA, PESARO-URBINO, PRATO, ROMA, SASSARI, TRAPANI, TRIESTE, VARESE, VERBANO CUSIO OSSOLA.

I lavori prodotti, individuali o di gruppo, potranno quindi concorrere per una delle seguenti categorie:

Categoria opere letterarie

- Testi di giornalismo, saggistica, narrativa, pubblicità, poesia, etc. per un massimo di tre cartelle;

Alla categoria “Opere letterarie” sono ammessi a partecipare gli alunni della scuola primaria, della scuola secondaria di primo grado e il biennio della scuola secondaria di secondo grado.

Categoria arti figurative e tecniche varie

- Manifesti, fotografie, disegni, collages e tecniche grafiche in genere di dimensioni massime di mt. 1,5x1,5,

- Plastici e progetti tridimensionali, lavori realizzati con tecniche miste di dimensioni massime di mt. 1x1.

Alla categoria “Arti figurative” sono ammessi a partecipare gli alunni della scuola dell’infanzia, della scuola primaria.

Categoria tecniche multimediali e cine televisive

- Presentazioni, realizzazioni teatrali anche musicali e drammatizzazioni, ricerche, inchieste, lavori con finalità educative o pubblicitarie etc., caratterizzati dal prevalente impiego di tecnologie informatiche o cine-televisive della durata massima di 10 minuti o realizzazione di spot della durata massima di 1 minuto;

Alla categoria “Tecniche multimediali” sono ammessi a partecipare gli alunni della scuola secondaria di primo grado e il biennio della scuola secondaria di secondo grado.

Scuola dell’infanzia

Per le scuole dell’infanzia, che concorreranno esclusivamente per la categoria “Arti figurative”, saranno ammesse opere realizzate con ogni strumento che consenta di sviluppare la creatività artistica dei piccoli alunni.

Saranno pertanto ammesse opere grafiche e pittoriche come ad esempio scarabocchi, disegni e dipinti con l’utilizzo di qualsivoglia strumento ( matite colorate, gessetti, colori a dita, pennarelli etc.) collage ed espressioni del linguaggio manipolativo.

Selezione Vincitori per le categorie: opere letterarie, arti figurative e tecniche varie, tecniche multimediali e cine-televisive

I Questori (per le categorie opere letterarie, arti figurative - tecniche varie, tecniche multimediali e cine televisive), d’intesa con le competenti autorità scolastiche, riceveranno, nell’ambito delle rispettive province, le adesioni degli Istituti che intenderanno partecipare all’iniziativa.

A seguito di incontri tenuti nelle scuole interessate e condotti dai rappresentanti delle Questure, saranno realizzati i lavori che dovranno essere inviati o comunque posti a disposizione della Questura, Ufficio Relazioni con il Pubblico, entro e non oltre il 14 marzo 2014 e potranno essere utilizzati per l’eventuale organizzazione di mostre/esposizioni.

Un’apposita commissione, nominata e presieduta dal Questore di ciascuna provincia e composta da un rappresentante del mondo scolastico, da un rappresentante provinciale dell’Unicef e da un medico/psicologo, individuerà un lavoro per ciascuna categoria, rispettivamente per le scuole dell’infanzia, per le scuole primarie, per le scuole secondarie di 1° grado e per il biennio delle scuole secondarie di 2° grado tenendo conto, tra l’altro:

- dell’efficacia e pertinenza nella rappresentazione del tema;

- della creatività ed originalità di espressione;

- del superamento degli stereotipi;

- dell’impegno, della fantasia e delle qualità formali.

I lavori selezionati e risultati vincitori a livello provinciale (esclusivamente i primi classificati per ciascuna categoria), dovranno essere inviati, entro e non oltre il 25 marzo 2014 al Ministero dell’Interno, Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, Ufficio Relazioni Esterne e Cerimoniale - Settore Organizzazione Eventi (P.zza del Viminale, 7 - 00184 Roma).

Una commissione centrale, presieduta dal Direttore dell’Ufficio Relazioni Esterne e Cerimoniale della Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e composta da rappresentanti del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dell’Unicef e della Direzione Centrale di Sanità, da professionisti del settore della stampa e delle comunicazioni e da esperti delle arti grafiche e figurative, selezionerà i lavori ritenuti di maggior interesse a livello nazionale.

I lavori pervenuti per la partecipazione al concorso potranno essere richiesti dalle Questure per la restituzione agli Istituti Scolastici interessati.

Relativamente alla cerimonia di premiazione dei lavori che risulteranno vincitori, saràcura di questo Ufficio Relazioni Esterne e Cerimoniale comunicare tempestivamente alle Questure interessate le modalità e i dettagli della suddetta cerimonia.

DESTINATARI

Ai Direttori Generali Regionali

LORO SEDI

Ai Dirigenti degli Uffici Scolastici Territoriali

LORO SEDI

Ai Dirigenti scolastici delle Scuole interessate



Ultime Notizie Inserite

Come si diventa giudice popolare. Ecco i requisiti.
Il giudice popolare è il cittadino italiano chiamato a comporre, a seguito di estrazione a sorte da apposite liste, la Corte di Assise e la Corte di Assise d'Appello. Per ogni Corte d’assise e Co...
Disciplina: · Cassazione · Diritto Penale

Nuove regole per la difesa d’ufficio. Cdm del 30 ottobre 2014.
Viene stabilito che l’elenco dei difensori d’ufficio, finora tenuto presso ciascun consiglio dell’ordine territoriale, venga unificato su base nazionale, con l’attribuzione al Consiglio Nazionale F...
Disciplina: · Diritto Civile · Diritto Penale · Diritto Penale Militare

L’Unione Nazionale Giudici di Pace ha proclamato uno sciopero nazionale della categoria, che si svolgerà tra il 4 ed il 10 novembre, per protestare contro le misure adottate dal Ministro della Giustizia Andrea Orlando nell’ambito della riforma della Giustizia.
Finito lo sciopero dei magistrati onorari, nuove proteste in arrivo, questa volta da parte dei giudici di pace: uffici chiusi dal 4 al 10 novembre, per protestare contro le misure adottare dal Mini...
Disciplina: · Cassazione · Diritto Civile · Diritto Penale

Orlando: la stabilizzazione della magistratura onoraria non è compatibile con l'ordinamento.
Comunicato stampa del 21 ottobre 2014 del Ministro della Giustizia. Orlando: la stabilizzazione della magistratura onoraria non è compatibile con l'ordinamento. Orlando: riforma giudici ono...
Disciplina: · Cassazione · Diritto Civile · Diritto Penale

Il tuo nome:

La tua e-mail:

Disciplina:


Richiedi una Consulenza
Sentenze online
Servizio Leggi online
Sito progettato e ottimizzato da SEONWEB - Programmed by Alessio Amaro - Tutti i diritti sono riservati - P.IVA: 01480700812